Esperienze

Rimorso!

La vita non è perfetta, le vite nei film sono perfette. Ecco una storia imperfetta: facevo radio da pochissimo tempo e siccome al tempo i corsi per diventare conduttore radiofonico non c’erano e si imparava prendendo i calci da colleghi e ascoltatori, non ero capace. O meglio: non avevo quel talento naturale che hanno alcuni in dizione, impostazione della voce e intonazione, in più di tempi radiofonici non sapevo niente. Ma ero più simpatica di adesso. Non c’erano i social, dove tutti sono amici di tutti, e così presi un indirizzo email e scrissi a un conduttore già mediamente affermato per un consiglio. Mi rispose che la radio era un’altra cosa da quella che facevo io, che dovevo studiare ma che probabilmente quell’impostazione così necessaria per fare quel lavoro non l’avrei mai avuta. « Però “sei carina”, prova in altri campi. Hai un’idea vecchia e romantica, che suona un po’ “popolare” e troppo confidenziale… anzi, scommetto che ti piace il film Radiofreccia.» Touchè. Decisi che forse in qualcosa si sbagliava. Non dimenticherò mai quelle parole così insipide. O meglio, adesso capisco quanto lo fossero, al tempo mi ferirono. Non so bene come ma ho imparato quelle cose così difficili da imparare, tanto che i provini più importanti della mia vita sono persino andati malissimo perchè ero troppo poco “confidenziale” e troppo precisa. Però ho lavorato molto. Lo dico sempre: la vita fa ridere. Radiofreccia in tutto questo tempo è sempre stato il mio film preferito, sì. Ma ho trovato estremamente rassicurante poter fare questo lavoro senza dover intaccare di un centimetro quel mio solido totem. Come un segreto prezioso da custodire, che non è che dai via così.
La maschera da Mary Poppins, se sei Freccia te la puoi mettere. Ma il punto è che se sei Mary Poppins, Freccia non ci diventi.
In un mondo crudele dove tutti per anni hanno gridato al miracolo ogni volta che sentivano cinguettare Mary Poppins, improvvisamente va di moda essere Freccia.
Mi sta un po’ sulle palle ‘sta cosa, ma se ci penso bene, fa più ridere che altro. Per fortuna “sono carina”, e il grande vantaggio in questo è quello di sembrare anche scema. Così è più facile continuare a essere se stessi, mentre il mondo intorno, che è un brutto mondo, fa i suoi giri. Io delle mie canzoni mi fido ancora adesso, credo davvero che non puoi sapere un cazzo della vita degli altri e quelle come me sposano sempre Ilaria. O la versione maschile di Ilaria, che si fa i fatti suoi e nelle cose di radio non c’entra perchè sa che sono cose grosse.
Ah, e il Rimorso l’ho passato tempo fa. Che se ce l’avessi ancora, questa sì sarebbe stata una grossa occasione.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...