Esperienze

Ho uno smartphone, ma non il basilico.

Ed è solo l’inizio. Arriveranno giorni bui, in cui mi serviranno le cose più semplici, più banali, quelle davvero importanti, come ad esempio le mollette per stendere i panni o le chiavi di casa, e io non le avrò. Però avrò uno smartphone. Immagino che non sia un’ipotesi troppo remota la realizzazione dell’app “chiavi di casa”, spero solo che la inventino presto, perchè so che tra poco sarò schiava di questo aggeggio come è successo a tutti quelli che hanno ceduto prima di me. E loro, gli imperterriti dell’analogico, ripeteranno ancora per poco la cantilena “a me non serve altro che un telefono”. Lo dici a me? Io neanche lo uso il telefono. Mi da fastidio quando squilla e così lo tengo quasi sempre spento. Ma ora ho uno smartphone, vuoi mettere? Vuoi la ricetta della pasta fredda con sgombro, pomodorini e cremina al basilico? Facile, ho uno smartphone. La cerco e ce l’ho. Anche con le figure. E se invece la invento, allora la condivido con il mondo grazie al mio social network mobile. Anche con le figure. Facile: ho uno smartphone! Lo so fare, lo faccio. Ma la questione esistenziale del basilico resta. Perchè tutta la neve dello scorso inverno ha ucciso le povere piccole piantine, nell’orto di casa mia. Ed è una cosa brutta, perchè senza basilico, la pasta estiva più buona di sempre non si può proprio fare. Ecco perchè, per la prima volta in vita mia, sono qui, al supermercato, con uno smartphone, davanti al banco frigo in cui vendono il basilico perfettamente adagiato su vaschette in plastica analogica. Tre foglie di basilico analagico ben un euro. So’ pazzi. Il mio smartphone digitale ne costa , preso in superofferta, solo sessantanove. Con un po’ di matematica analogica arrivo subito al punto: tre foglie di basilico a un euro per sessantanove, mi dice quante foglie di basilico comprano il mio smartphone. Ecco qua: il mio smartphone vale duecentosette foglie di basilico. Quindi non mi serve ‘sto basilico striminzito qua. Il ragionamento fila e perciò non lo compro. Meccanismo mortale. Che ci vai a fare al cinema se sullo smartphone ti scarichi l’app che ti porta George Clooney direttamente sul divano di casa tua? No Martini? No George, non ce l’ho il Martini, ma ho l’applicazione Party. Però non mi chiedere la “pasta sgombro, pomodorini e basilico”, perchè quella non te la posso proprio fa’. Peccato, è buonissima. Cioè lo sarebbe, se non fosse nevicato così tanto lo scorso inverno. Idea! Aspè che cerco… vediamo… applicazione per non far nevicare.. o piovere… Eppure, deve esserci, l’ho vista, era qui da qualche parte.

Annunci
Standard

3 thoughts on “Ho uno smartphone, ma non il basilico.

  1. siamo la generazione di mezzo. i nostri figli non si porranno il problema: vivranno in un mondo di sole app… perciò sembrerà loro ovvio (oltre che l’unica possibile scelta): quello è basilico (l’uso della parola “striminzito” sarà proibito per legge) e quello è il suo prezzo (qualunque odore esso abbia, che ti annusi…).

    sai che c’è? mica ci avevano tutti i torti quelli che vedevano steve jobs e i suosi “sistemi chiusi” come funo negli occhi. altro che think different!!!!!

  2. mammaincina ha detto:

    Bello questo post….mi ha fatto pensare different, anche se non in famiglia siamo tutti con Steve Jobs…i miei figlie vanno in una scuola one to one Apple, nessun libro ma un computer a testa….e non immagini quanto la cosa mi faccia impazzire.
    Bello il tuo blog….ripasso presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...