Convinzioni

Dimmi cosa bevi.

Ieri sera party privato distruttivo al Rosen. Oggi sto un po’ storta. Ho appena ricevuto l’ennesimo rifiuto garbato da una radio. Evviva, li colleziono ormai. Ci sono gli amici a tirarti su il morale quando stai così, e meno male, che ci sono. E meno male pure che ci sono i fornai che ti fanno entrare a comprare un po’ di pizza alle cinque del mattino, che serve a far da spugna nello stomaco per tutto il rum che hai mandato giù brindando in compagnia ai mali della vita. Party privato tra gente che almeno un a volta nella vita ha servito da bere… se ne esci, ne esci almeno “contrito”. Mi piaceva fare la barista. Lo so che si dovrebbe dire barman, i ragazzi si arrabbiano sempre quando li chiamo così, ma mi chiedo che senso ha, visto che barman vuol dire uomo del bar e non “uomo del bar che serve solo cocktails e non cappuccini”. Per me se sei barista sei un sacco di cose, e non conta se prepari i cappuccini o i Cubalibre. Quando lavoravo dietro al banco al Rosen, prima di diventare animatore, ho imparato ad osservare non le cose o le persone, ma “attraverso” le cose e le persone. Da barista puoi avere cinquanta facce davanti e ricordartele tutte perfettamente a fine serata, quando potrai dire con esattezza cosa ha bevuto ciascuno, chi sta con chi, se quei due si sono baciati per la prima volta mezz’ora fa. Potrai intuire chi accompagnerà a casa l’amico sbronzo di turno, qual è il problema che affligge quel ragazzo che ad un certo punto ti aveva rivolto uno sguardo in cerca di comprensione e potrai scegliere senza sbagliare il trio che non rifiuterà un giro di shortini offerto dalla casa, così da poterti unire e scrollarti di dosso ore di delirio passate in un lampo. Forse è per questo che le persone secondo me sono un po’ quello che chiedono al bar.
C’è il tipo whiskey e quello rum.
Uomo o donna non conta. Certo, poi c’è pure il tipo gin o quello vodka, ma non mi riguardano. Il mio dilemma è sempre stato: tipo whiskey o tipo rum?

Mi piace la determinazione e il senso di realtà del tipo whiskey. E’ uno che non ti insegnerà mai quello che sa, a meno che tu non glielo chieda esplicitamente. Sarà preciso nelle informazioni importanti ma tralascerà i dettagli perché tu poi abbia la possibilità di fargli domande, quando avrà finito di parlare. Alla fine ti presenterà una parcella onesta. Non saprai mai quanto è lungo il coltello che gli trapassa il petto perché forse non ti lascerà vedere neanche il manico. Lo saprai soltanto quando diventerai suo amico e cioè, dopo molti whiskey bevuti insieme. E’ allora che ti proteggerà se ne avrai bisogno. E , se sarà il caso, ti sorriderà facendoti sentire l’unica persona che davvero conta nella sua vita.
E tu? Tu ric? Tu non vieni via con me.
No io rimango qui. Aspetterò finchè l’aereo non sarà partito.
No, no..perchè? ieri sera dicevamo…
Ieri sera dicevamo un sacco di cose. Ora vai.
Addio Ric..Dio t’assista.

Il problema fondamentale è nel fatto che io non potrei mai essere Ingrid Bergman..Mi metti sull’aereo col polacco (o cecoslovacco che sia) e tu resti qui co’ Sam e quel coglione di gendarme francese? Ma stiamo scherzando? Io mi t’attacco al bavero del trench e mi faccio trascinare per tutta Casablanca, altro che first lady della Cecoslovacchia. Ecco perchè forse un uomo whiskey non fa per me.

Però guarda quest’altro..tie’.Il problema qui è un altro. Cara Maggie, quanto ci metterà Brick a ricominciare con le sue turbe psicologiche e a nascondersi nuovamente nella sua fredda indifferenza, dopo che avrà fatto finire il film buttando i cuscini sul letto e facendo intendere che sareste stati per sempre felici e contenti? Eh, cara Maggie, per te ci vuole un uomo rum, mi sa…

La mia ammirazione per il tipo whiskey però è tale che a volte vorrei non essere così rum, io. Disprezzo il tipo rum, eppure mi piace tutto di lui. Incerto, impulsivo, passionale. Totalmente inconcludente. Parla a voce alta e ha sempre qualcosa da raccontarti. Non ti vuole insegnare nulla, anche perché è troppo confuso per sapere qual è la soluzione ai misteri della vita. Però ha un marasma di pensieri e dialoghi in testa e quelli, stai certo, te li dirà tutti. Lui sì che ne ha viste e se l’è segnate tutte una per una, pure quelle che ha solo immaginato. Non ti presenterà nessuna parcella, anzi pagherà pure il tuo bicchiere, a patto che lo accompagnerai a casa quando, tra poco, sarà sbronzo. Capirai quando sarà il momento perché inizierà a dire che vuole assolutamente ascoltare una canzone e allora romperà le scatole al dj per un quarto d’ora. Attento a te quando si tirerà fuori il coltello dal petto, perché vorrà farti contare le gocce di sangue una per una! Poi però ne riderà su e allora riderai con lui. Tanto sei già uno dei suoi mille migliori amici.
Ecco, guardalo. E’ uno che ha più domande in testa di te e nonostante questo ride alla vita. Certo, per lui stare in equilibrio sul filo è una ragione d’essere… Non mi aiuterebbe neanche un po’. Anzi, forse con lui sarebbe peggio che da sola. Però lui è il vero artista. Gioca con le parole e riesce a dire cose che restano lì, sospese nell’aria a imbambolarti per giorni facendoti pensare che sia un sogno….

Volevo chiederti, sì, insomma…credi che tu..ecco, sì, voglio dire dopo che saremo rientrati dentro e ci saremo asciugati… tu credi che potresti prendere in considerazione l’ipotesi di..di NON sposarmi? Cioè, voglio dire…per tutta la vita? Vorresti?

Mi barcameno tra i due, sapendo che per me ci vuole un uomo whiskey, ma convinta del fatto che quando incontrerò un uomo rum come si deve , sarà la fine. Anche se stordita come sono in questi giorni, potrei persino perdere la testa per un uomo tequila, che più che impulsivo e passionale, è proprio scemo.
Ah, i baristi, per definizione sono tutti rum. Ma loro tenteranno di non fartelo sapere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...